Intro

Nell’articolo precedente abbiamo descritto alcune funzioni di Colibrì utilizzate per valutare  le misure spettrali delle immagini. Abbiamo descritto due acquisizioni di materiali, un cemento ed un marmo, mostrando che le immagini risultavano non metameriche, cioè avevano un aspetto differente in funzione dell’illuminante usato.

In questo articolo proporremo alcuni metodi di valutazione a priori della qualità dei profili colore prodotti in Colibrì; discuteremo di profilazione delle stampanti di produzione nell’industria ceramica, che usano  coloranti  con gamut molto limitati.

Anche in questo caso faremo uso dello scanner iperspettrale per acquisire le pagine di profilazione; Descriveremo il calcolo di un profilo colore utilizzando misure spettrali, ma tecniche analoghe sono usate anche con spettrofotometri tradizionali.

Cercheremo una risposta ad alcune domande:

  • Cosa significa determinare il gamut di una stampante?
  • Cosa significa campionare un gamut?
  • Che attendibilità hanno le misure?
  • Come garantire nel tempo la stabilità del processo?
  • Cosa significa che i colori sono in/fuori gamut?
  • Perchè in’immagine dichiarata in gamut può essere visibilmente diversa quando stampata?

Nota importante: in questo ed in altri articoli scriveremo di gamut dando per scontato che questa definizione venga interpretata nel contesto di riferimento:

Gamut immagine: è l’insieme dei punti colore dell’immagine, visualizzabile  in uno spazio colorimetrico 2D o 3D (in genere Lab, ma in Colibrì su usano anche proiezioni diverse)

Gamut profilo colore: è l’interpolazione del volume dei colori generato con i coloranti del profilo, visualizzabile in 2D o 3D; non a caso ho scritto interpolazione: la forma del profilo dipende dalla qualità del campione di misure usato per calcolarlo,  e di questo discuteremo nel corso dell’articolo;

Il Gamut ed il profilo colore sono intimamente connessi poichè il primo è determinato univocamente dal modo costruttivo del secondo; nel seguito scriveremo di gamut, sottintendendo sempre il riferimento al modo in cui è stato costruito (la profilazione).

%d bloggers like this:
Skip to toolbar